Logo Guida Inutile New York, Miglior Guida di New York, Guida Inutile di New York, Guida Inutile New York, Guida Inutile NYC, Guida Inutile

Guida Inutile New York ha nuovo logo!

Benvenuto al nuovo logo. E grazie a quello vecchio: hai fatto la tua parte.


L’arco di Washington Square Park, la Bank of America Tower e l’Empire State Building. Tutti insieme appassionatamente, nel nuovo logo della vostra vecchia “Guida Inutile New York”.

Sono rimasti fuori in tanti. Lo Yankee Stadium nel Bronx e il Ponte di Brooklyn (se non le sagome dei brownstone). Per non parlare dello Staten Island Ferry o del One World Trade Center o dell’Unisfera del Queens. E, soprattutto, del grattacielo più bello d’America, il Chrysler Building.

Insomma, bisognava stilizzare qualcosa. La pizza? Gli hot-dog? I bagel? I topi della metropolitana? Chissà, magari in futuro. Per questa volta ci siam fermati a tre dei simboli più riconoscibili dell’architettura newyorchese.

Ehi, aspetta! Almeno il topo c’è. È lui il Newyorchese Numero 1.

La vostra amata “Guida Inutile New York” potrebbe spiegarvi le ragioni di questa scelta. Ve le risparmio.

Cambia il logo, ma tutto il resto rimane identico. “Guida Inutile New York” ha infatti un’ambizione: quella di rimanere la Migliore Guida di New York.

Si, da queste parti siamo modesti. Io sono modesto. La buonanima di Roberto “Freak” Antoni lo avrebbe detto meglio: «Io sono uno Skianto».

Avanti, lo so già qual è la vostra domanda: ma perché mai questa è la Miglior Guida di New York? Non è un errore grammaticale. Levate quel “sarebbe” dalla vostra testa, è solo una distrazione.

“GUIDA INUTILE NEW YORK”: LA MIGLIORE GUIDA DI NEW YORK (E PER FAVORE, NON CHIAMATELA GRANDE MELA…)

Semplice, miei cari. Quando venite a New York, o anche solo quando pensate che prima o poi ci verrete, avete già la vostra bella idea della città in testa. New York l’avete vista e ascoltata in tutte le salse. Per decenni. Vi comprate la vostra bella Lonely Planet o Touring Club, o quel che volete, e il gioco è fatto. Ne avete da vendere.  Non sarà difficile trovare la High Line o qualche residuato dell’epoca di Bob Dylan nel Village. I musei, poi, saranno lì ad aspettarvi a braccia aperte. Tutte le date della Storia di New York saranno anche lor in fila, pronte per farvi addormentare se avrete avuto la felice idea di leggere la vostra guida tradizionale in aereo.

Problema. Quella New York lì, non è la città che vivono i newyorchesi. Se volete capire come si vive quaggiù, dopo aver visto le immancabili mete turistiche, è la Guida Inutile New York che vi aiuta. Per questo rimane la Miglior Guida di New York, alla faccia della modestia.

Se leggere la mia Guida non dovesse bastarvi, o se foste ancora più curiosi, mandatemi una mail: denisspedalieri@guidainutile.nyc

Rispondo alla domande più assurde e alle richieste di visite personalizzate. Non vi prometto date o aneddoti storici astrusi, perché avete già il vostro tomo a New York e Wikipedia che è pure gratis. Ma vi assicuro che se vorrete venire a fare una passeggiata insieme a me, ci divertiremo!

A presto

Quanti ricordi…

P.s. Ciao, vecchio logo…


Brooklyn, Bronx, Queens and Staten
From the Battery to the top of Manhattan
Asian, Middle-Eastern and Latin
Black, White, New York you make it happen

I Beastie Boys e la dichiarazione d’amore per la loro città

Lascia un commento